Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio, ha una durata di 24 mesi ed è gestito dalla RTI composta dall’Associazione Centro Ricerche sulla Famiglia e

dal Centro Nascita Montessori. Si rivolge a famiglie residenti e/o domiciliate nel territorio del Municipio VIII.

Le famiglie potranno accedere spontaneamente ai servizi offerti, oppure per il tramite dei Punti Nascita, del Servizio Sociale del Municipio, dei Servizi Sanitari territoriali, dei Pediatri di Libera Scelta, dei MMG, dei Servizi educativi e di altri Servizi presenti sul territorio.

Gravidanza e nascita sono eventi che determinano importanti cambiamenti nella vita delle donne, delle coppie e delle famiglie sul piano emotivo, psichico, relazionale e sociale.

I nuclei familiari possono trovarsi in situazioni di difficoltà di varia natura o entità, di solitudine o isolamento sociale, faticando a trovare riferimenti esterni per un supporto o luoghi che permettano l’incontro e la condivisione.

La fragilità o il disagio psico-sociale di alcuni nuclei possono risultare un ulteriore elemento di sofferenza o sfida per la salute.

Progettare azioni di sostegno e di accompagnamento permette di individuare precocemente le situazioni di rischio e, in un’ottica di prevenzione, promuovere la salute e il benessere di neonati e famiglie.

UNA LEVATRICE PER AMICA

Sviluppare una community municipale per le donne e per i nuclei famigliari residenti nel Municipio RM VIII in stato di disagio psicosociale nell’ambito

del Programma Regionale: “Supporto alle famiglie nel primo anno di vita del bambino”

Il Progetto intende:

Sostenere la genitorialità lungo un continuum che va dalle difficoltà transitorie legate alle fasi del ciclo vitale fino alle situazioni più delicate e compromesse, con l’obiettivo di facilitare e migliorare le relazioni familiari e ridurre il disagio.

Prevenire le situazioni di rischio per i nuovi nati durante il primo anno di vita, individuandole precocemente e attivando tempestivamente interventi di promozione della salute e del benessere di neonati e famiglie.

Rafforzare la rete di collegamento tra le Istituzioni pubbliche e private che prendono in carico i nuclei familiari, per garantire interventi più organici e mirati.

Le attività del Progetto comprendono:

• attività di presentazione e divulgazione dei servizi offerti.

• attività di implementazione di percorsi integrati tra Servizi pubblici e privati e territorio.

• interventi di formazione per gli operatori delle strutture coinvolte, per promuovere l’attenzione sui temi connessi a gravidanza, nascita e primo anno di vita del bambino, con particolare riferimento al disagio psico-sociale prima e dopo il parto, favorendo il precoce riconoscimento degli indicatori di rischio in funzione dell’invio alle attività di progetto.

• costituzione di gruppi per genitori in attesa. Offriamo un percorso di accompagnamento alla nascita per la donna e la triade madre/padre/bambino.

La nascita rappresenta, per i genitori, un periodo di grandi emozioni, ma può comportare anche apprensione, senso di inadeguatezza e solitudine, causando difficoltà anche nel riconoscimento dei bisogni del bambino.

Alla complessità di base possono unirsi fattori di rischio preesistenti e/o conseguenti, contemporanei alla nascita di un figlio. Il gruppo avrà il sostegno di una psicologa psicoterapeuta.

• costituzione di gruppi per puerpere, mamme e papà.

Per questo percorso si definiranno due gruppi dopo il parto, nei quali afferiscono i genitori e le mamme single:

a) il primo sarà di tipo formativo, condotto da esperti del settore;

b) il secondo sarà di tipo esperienziale e di mutuo aiuto a cui parteciperanno i genitori con i loro bambini. Il gruppo avrà il sostegno della puericultrice e dell’ostetrica.

• sostegno psicologico per offrire uno spazio e un tempo di accoglienza, un ascolto attento nel corso del quale individuare le aree problematiche emergenti, le risorse e le possibilità di intervento. Sarà condotto da una psicologa psicoterapeuta dell’età evolutiva.

• intervento domiciliare – dalla gestazione fino ad un anno di vita del bambino – che ha l’obiettivo di sostenere la famiglia, in particolare la donna, nella riorganizzazione di ruoli e funzioni connessi alla nascita.

È indicato in situazioni considerate a rischio in termini di fragilità individuale, familiare, e sociale: la presenza dell’operatrice puericultrice/ostetrica accompagna l’esperienza della gravidanza e della nascita, ne monitora l’andamento, in un’ottica di prevenzione primaria e secondaria di possibili forme di disagio nella relazione tra genitore e bambino.

• Attività di supervisione – con la funzione di garantire una buona qualità degli interventi – così articolate:

a) supervisione di Progetto, che ne monitora l’andamento e il buon funzionamento, fornisce gli strumenti indispensabili per meglio comprendere le situazioni, sostenendo il lavoro degli operatori; contribuisce a mettere a fuoco le criticità e offre la possibilità di risolvere questioni o problemi emersi durante il percorso;

b) supervisione di operatori, prevista per gli operatori dei gruppi di autoaiuto e di intervento domiciliare: l’esposizione a vissuti emersi nei gruppi, così come il lavoro domiciliare con nuclei problematici, può comportare un’intensità emotiva tale da richiedere uno spazio di contenimento, condivisione e rielaborazione dell’esperienza diretta con le famiglie.

CENTRO NASCITA MONTESSORI
CENTRO NASCITA MONTESSORI
Fondato nel 1960 da Adele Costa Gnocchi, una delle ultime allieve di Maria Montessori. La pedagogia, gli obiettivi e le strategie educative e di sostegno alla genitorialità sostenute, elaborate e sempre rinnovate nel corso degli anni nei Servizi del Centro Nascita Montessori si riferiscono al quadro della pedagogia attiva della Montessori.
Ce.R.F. - CENTRO RICERCHE SULLA FAMIGLIA
Ce.R.F. - CENTRO RICERCHE SULLA FAMIGLIA
E’ un’Associazione di psicologi e psicoterapeuti, con percorso formativo nell’ambito dell’età evolutiva. Possiede un’esperienza ventennale nella gestione di servizi clinici e psico-educativi rivolti a minori, famiglie, coppie e adulti. E’ inserita nell’Albo degli enti accreditati dal Comune ad operare nell’area minori (RUC) e riconosciuta dal Ministero Lavoro e Politiche Sociali per progetti di sostegno a famiglie migranti.
MUNICIPIO VIII - COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO VIII - COMUNE DI ROMA
Il Progetto sviluppa una community municipale per le donne in gravidanza e per i nuclei familiari residenti e/o domiciliati nel Municipio VIII, nell’ambito del Programma Regionale “Supporto alle famiglie nel primo anno di vita del bambino.